brutalgeneration:

The Devil Wears Prada - Mike Hranica (by jhatphoto.com)
xbytheseasidex:

I’m tiny and new and cuter than you
Anonymous: Faccio la seconda superiore. Liceo classico. Dicevano che sarebbe stato difficile ma si sbagliavano. Non è difficile, è un inferno. Ho sempre avuto dei problemi di autostima ma la situazione è peggiorata da quando faccio quella scuola. Non è solo il prendere un brutto voto a una versione, è soprattutto la tensione, la paura di non farcela a stroncarmi. Una volta il professore vedendomi nel panico mi ha chiesto ' quando è nata?'. Io sono rimasta a fissare il vuoto senza trovare una risposta.

entropiclanguage:

sanguedinchiostronero:

entropiclanguage:

Il classico è un Caos.

Detto da chi ha studenti del Classico in gran quantità, e da chi proviene dal Classico.

Molto spesso oltre ad una perfetta conoscenza del Latino e del Greco, i professori richiedono una competenza nelle materie scientifiche pari ad uno scientifico.

So - e mi scuso, sia chiaro - che potrebbe sembrare un giudizio di parte il mio (e magari un po’ lo è), ma personale come formazione intellettuale lo considero una spanna sopra gli altri licei.

Si può apprendere moltissimo a seconda degli insegnanti, e delle scuole, indubbiamente.

E come dico sempre, ciò che uno impara dipende in gran parte dalla capacità degli insegnanti, e dalla voglia degli studenti.

Ma, in un’ipotetica situazione in cui gli insegnanti sono ovunque capaci, e gli studenti ovunque bendisposti (ipotesi divina, lo so), il Classico è IL Liceo, per me.

Detto ciò, proprio per questo fatto, è indubbiamente il liceo che mette la maggiore pressione addosso.

Non posso dirti "non pensarci", perchè all’epoca anche io ho avuto a che fare con la stessa dose di stress addosso, la capisco, la conosco, l’ho vissuta.

Ma non lasciare che questa ti abbatta. 

Considera sempre che se sopravvive, sotto pressione anche il carbone diventa diamante.

Non farti schiacciare, e brilla.

Parere mio: il classico é inutile. “Eh ma il latino ti forma!” cazzate. “Aiuta a capire le tue radici!” no. T’insegnano lingue morte e non t’insegnano il francese, il tedesco, il cinese. T’immagini mentre cerchi lavoro? “Che lingue parla?” “Italiano e un po’ d’inglese, poi greco e latino.” “Greco e latino?” “Certo! Se vuole le faccio una versione, subito anche!” poi vai all’universita. Ah, ridere. Filosofia e letteratura, ok. Ma se vuoi fare qualcos’altro? Psicologia, lingue, chimica, medicina… Almeno gli altri licei ti preparano per degli indirizzi piú ampi. Il classico no. Uccide i ragazzi di stress e angoscia, e quando ne escono gli danno una pacca sulla spalla e li salutano con un “Ok, ora devi arrangiarti.”
Parere di una di scienze umane che il latino l’ha sperimentato e l’ha odiato, che ha amici in ogni indirizzo di liceo e ha sentito tutti i pareri.

L’ho detto, magari sono io eh, quindi va preso con le pinze ciò che dico… ma qualsiasi cosa quando la odi è una cazzata, è normale.

Il latino considerarlo una lingua morta è riduttivo, ma qui si potrebbe discuterne per ore.

Mettiamola così: le basi del latino ricorrono in ogni lingua del ceppo romanzo, e per buona parte dell’inglese. Farlo senza odiarlo aiuta a leggere tutte quelle lingue (per la cronaca, le leggo).

Latino e Greco sono lingue flessive, apprendere le basi del latino e del greco aiuta a capire meglio le strutture delle lingue flessivo-fusive. Fra cui casualmente si trova anche il tedesco. Difficilmente trovi filologi classici (studiosi seri di latino e greco) incapaci di comprendere inglese e tedesco, per capirsi.

Detto ciò, opinione personale: se uno vuole odiare a prescindere un indirizzo per il carico di stress che causa, non andrà molto avanti nella vita a causa del carico di stress che ogni singola cosa causerà.

Ora, il sottoscritto ha fatto il classico, so è trovato bene iniziando a Fisica all’università, abbandonata a causa di una discussione con una professoressa (odio le visioni troppo chiuse del mondo, altro vizio preso dal Classico temo), mi sono laureato in filologia romanza, ed ora a Settembre mi segnerò a Psicologia.

Il discorso sul fatto che non prepari al futuro mi sembra un po’… strano.

Ma è un parere personale appunto.

Sfortunatamente la prima cosa che salta all’occhio sono le mie occhiaie… che pessimo gioco di parole! D:

braydaaan:

"Study" they say, "How to study" they don’t say.

L’unica persona che si merita la frase ‘Noi siamo infinito’ è il mio letto, io e lui non ci lasceremo mai, ne sono certa.
- Protectyourdeam (via protectyourdream)
True love forever 💏 (via happinesswhereyouare)

"…every living creature on earth dies alone”